Una finestra sul mondo con il ciclo di proiezioni Visions

Dal 12 / 07 / 2017 al 07 / 01 / 2018

Torna come ogni anno, anche in questa sesta edizione del Cortona Mix Festival, il ciclo di proiezioni Visions, che da mercoledì 19 a domenica 23 luglio al Teatro Signorelli proporrà al pubblico un mosaico di prospettive dal mondo, attraverso film e documentari prodotti negli ultimi diciotto mesi.

Dalla Francia Merci Patron di François Ruffin (distribuito in Italia da Wanted Cinema e in onda in autunno su laeffe), apre e chiude la sezione mercoledì 19 (ore 23.30) e domenica 23 luglio (ore 15): un’avventura sociale, sulle tracce di uno degli uomini più ricchi del Paese, che traccia i nuovi confini della lotta per il lavoro e per i diritti nel secolo della globalizzazione. Giovedì 20 (ore 15 e 23.30) è invece la volta di I Am Not Your Negro di Raoul Peck (distribuito in Italia da Feltrinelli Real Cinema e in onda in autunno su laeffe), candidato agli Oscar come miglior documentario nel 2017, che ripercorre alcuni momenti chiave nel travagliato percorso dell’emancipazione nera negli Usa: il racconto è basato sul lavoro (incompiuto) dello scrittore James Baldwin, cita le figure di Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King e – nella versione originale – ha la voce narrante di Samuel L. Jackson.

Restando nel continente nordamericano, venerdì 21 (ore 15 e 23.30) da non perdere l’omaggio a un gigante del cinema contemporaneo: David Lynch. In David Lynch: The Art Life (distribuito in Italia da Wanted Cinema), Jon Nguyen conduce il pubblico alle origini della carriera del regista, rivelandone i sorprendenti primi passi tra pittura e macchina da presa. Sabato 22 (ore 15 e 23.30) gli appunti di viaggio del Cortona Mix Festival riportano gli spettatori in Italia, in particolare nella provincia del Nord. Qui si svolgono infatti le vicende del film Per un figlio di Suraga Deshapriya Katugampala (distribuito in Italia da Gina Films), ritratto di una famiglia di migranti cingalesi – e in particolare, del rapporto tra una madre e un figlio – che si offre come simbolica ed emblematica rappresentazione della nuova realtà sociale, umana e multiculturale delle nostre città.

L’ingresso alle proiezioni è libero


NEWS

SEGUICI SU: